< back

Italian grammar and reading

 

Perché si dice “PRINCIPE AZZURRO”?

In italiano la traduzione dell’espressione “Prince Charming” è “Principe Azzurro”, ma perché un principe deve essere colorato?

La risposta è nascosta nella storia dell’Italia, quando era una monarchia governata dalla famiglia dei Savoia. Infatti il re Vittorio Emanuele, in occasione del suo viaggio a Napoli nel 1896 per conoscere la famiglia della sua futura sposa Elena, indossò un’uniforme di colore azzurro, per onorare la futura regina che aveva gli occhi azzurri. Da allora il re Vittorio Emanuele è stato definito “Principe Azzurro”, come i suoi antenati conosciuti come “Conte Verde” e “Conte Rosso”. Con la pubblicazione di alcune delle fiabe più importanti come Cenerentola o La Bella Addormentata nel Bosco, il bel ragazzo affascinante con gli occhi azzurri e i capelli biondi, in sella ad un cavallo bianco, diventa il principe azzurro.

 

Nomi maschili in –a e femminili in –o:

Ci sono alcuni nomi italiani maschili che, al singolare, finiscono in –a:

* IL CINEMA

* IL PANORAMA

* IL PIGIAMA

* IL POETA

* IL PROBLEMA

E nomi italiani femminili che, al singolare, finiscono in –o:

* LA FOTO

* LA MANO

* LA MOTO

* LA METRO

* LA RADIO

Fare una foto

Molti stranieri commettono l’errore di tradurre direttamente dall’inglese

“take a picture” → “prendere un foto”

In italiano, però, si dice:

FARE UNA FOTO

Es.

* Faccio una foto al panorama.

* Mi puoi fare una foto?

* Io e Marco abbiamo fatto una foto ai nostri figli


Archive